La mozzarella di bufala è davvero ricca di colesterolo?

La mozzarella di bufala viene spesso accusata di essere un alimento grasso e ricco di colesterolo. In realtà, con i dovuti accorgimenti, è possibile inserirla nella propria dieta senza timore. In questo articolo, faremo chiarezza sul rapporto tra mozzarella di bufala e colesterolo e spiegheremo come tenere sotto controllo i livelli di quest’ultimo nel
sangue.

Che cos’è il colesterolo e quando è “troppo”?

Iniziamo con qualche nozione di base. Il colesterolo è un grasso presente nel sangue e, nelle giuste quantità, è fondamentale per lo svolgimento delle normali funzioni fisiologiche. Ma, quando la sua concentrazione nel sangue supera la soglia dei 240 mg/dl, si può parlare di ipercolesterolemia e vi è un elevato rischio di malattie cardiovascolari.

Colesterolo e dieta: una cosa che non tutti sanno

Quello che non tutti sanno è che il colesterolo contenuto negli alimenti incide per meno del 10-20% sulla colesterolemia. Infatti, la maggior parte del colesterolo che circola nel sangue è endogeno, ovvero prodotto internamente dal nostro fegato. Questo però non significa che la dieta abbia scarso effetto sulla colesterolemia, anzi!
Come vedremo, una dieta moderata è fondamentale per mantenersi in salute perché, se è vero che non è la quantità di colesterolo presente nel singolo alimento a fare la differenza, è vero anche che la dieta gioca un ruolo importantissimo nel controllo della quantità di colesterolo fabbricata dal fegato.

Quanto colesterolo è contenuto nella mozzarella di bufala?

La mozzarella di bufala non contiene elevate quantità di colesterolo (circa 50-60 mg per 100 gr di prodotto). Come abbiamo detto però, questo è un parametro poco significativo nella lotta contro l’ipercolesterolemia. Quindi, non c’è alcuna controindicazione nell’aggiungere alla propria dieta la mozzarella di bufala, facendo
attenzione alle quantità e seguendo qualche nozione di base di educazione alimentare.

Come combattere l’ipercolesterolemia con la dieta?

Una dieta corretta è un alleato fondamentale per mantenersi sani e ridurre la quantità di colesterolo nel sangue. Ecco qualche accorgimento da seguire:

  • Evitare grassi saturi e grassi trans (presenti, ad esempio, in burri, margarine, insaccati e merendine) in eccesso;
  • Non assumere troppi zuccheri;
  • Introdurre le giuste quantità di fibre e antiossidanti (cereali integrali, frutta e verdura ne contengono in grande quantità);
  • Bilanciare l’assunzione di Omega 3 (presenti, ad esempio, nel pesce azzurro, nel salmone, nei semi di lino e nelle noci) e Omega 6 (contenuti, ad esempio, nell’olio di oliva, nell’olio di semi di girasole e nelle noci);
  • Mangiare regolarmente alimenti che promuovono l’escrezione attiva di
    colesterolo, abbassandone i livelli nel sangue, quali: avena, legumi, melanzane, soia, sesamo, frutta secca e semi oleosi, olio di oliva, pesce azzurro, carciofi e tè verde.

Un ultimo consiglio da applicare a tavola? Variare!

Dopo tutte queste nozioni, chi ha voglia di un po’ di mozzarella di bufala?

Hai già deciso di gustare la mozzarella di bufala campana DOP? Fai subito il tuo ordine sull’e-shop de La Tramontina e ricevi tutti i prodotti che desideri, a base di latte di bufala, vaccino o senza lattosio, comodamente a casa tua.

Scopri le nostre linee di prodotto.

Vai allo shop